Dickens in Rome

Dickens in Rome SimoniniFiaba teatrale

 

Regia: Mariagabriella Chinè

Debutto: 19 dicembre 2016 – Teatro Ambra Garbatella (Roma)

 

Dickens in Rome è un racconto natalizio che vuole essere un omaggio a Roma e al celebre “Canto di Natale” di Charles Dickens. La trasposizione in una realtà completamente diversa e moderna, come quella dei giorni nostri, è il primo elemento di novità.

Un uomo afflitto dalla sua infelicità e dall’incapacità a crescere, decide di abbandonare la famiglia a fuggire di casa proprio la notte di Natale. La passeggiata notturna, che farà nel freddo e nei colori del centro di Roma, lo porterà a scontrarsi con tre personaggi tra loro molto diversi: un ladro, una zingara ed un mendicante sono i moderni “spiriti” che gli apriranno gli occhi sulle sue fortune e sul significato del Natale, garantendo un lieto fine degno di una fiaba.

La partecipazione di musicisti dal vivo rende quest’opera una via di mezzo tra il reading e la drammaturgia pura. Ispirato, infatti, all’omonimo racconto del 2009, il testo prevede parti narrate e parti recitate, accelerando il ritmo nei momenti più critici e rallentando nelle atmosfere e nei paesaggi.

La fiaba si presenta come un interessante specchio sul mondo e soprattutto un ottimo spunto di riflessione sulle feste natalizie, intrise di ricordi ma spesso anche di malinconia.

UOMO Una lacrima, finalmente una lacrima, la prima di quella sera, uscì fuori sul viso di Giacomo. Gli scese lentamente sulla guancia, e poi dritta fino alla bocca e al mento. Quindi la piccola goccia si allungò e, dopo essere stata raggiunta da una seconda, si staccò e cominciò la sua caduta.
DONNA (lasciato Giacomo) Ma cadeva verso l’alto! Avete mai visto una lacrima cadere verso l’alto? E Giacomo con lei! Alzò la testa per osservarla, e improvvisamente avvertì d’essere ancora più leggero. Dietro le lacrime cominciò a salire anche lui in picchiata.

Per richiedere il copione scrivere a: autore@massimosimonini.it